In Francia sarà vietato fare propaganda anti-aborto

Il Senato francese ha approvato la proposta del governo di punire chi fa propaganda contro l’aborto sul web

francia

di Redazione

Monica D’Ascenzo su Alley Oop da la notizia che in Francia saranno punite forme di propaganda anti-abortista sul web. La legge prevede l’estensione del “tentativo di intralcio all’interruzione volontaria della gravidanza” anche ai siti internet che, spacciandosi per siti di informazione, danno in realtà informazioni di parte sulle conseguenze dell’aborto. La legge del 1993 punisce chiunque tenti di ostacolare una donna che vuole abortire, bloccando l’accesso agli ospedali o esercitando minacce o intimidazioni al personale medico o alle donne coinvolte. La pena può arrivare fino a 2 anni di prigione e 30.000 euro di multa. Il testo è stato approvato dalla sinistra e da una maggioranza di centristi, nonostante l’opposizione della destra che denuncia una violazione della libertà d’espressione. Contrarie anche numerose associazioni cattoliche.

L’articolo di  oltre alla buona notizia, però, evidenzia, numeri alla mano, la drammatica situazione italiana del diritto all’interruzione di gravidanza.

Leggi l’articolo